Artisti

Questo l’elenco e le note di alcuni dei musicisti che parteciperanno all’Acoustic Guitar Village, Cremona Musica 2021. Per i dettagli sulle loro performance ed interventi e l’elenco completo dei partecipanti, visitare la pagina del programma della manifestazione
http://www.acousticguitarvillage.net/cremona-2021/programma/

CARLO AONZO
Mandolinista italiano di fama internazionale è nato a Savona dove è cresciuto immerso nella musica; la sua stessa abitazione era sede della Scuola di Musica del Circolo Mandolinistico “G. Verdi”.
Dopo aver conseguito il diploma in mandolino al Conservatorio di Padova, ha collaborato con prestigiose istituzioni. Tra i suoi riconoscimenti si annoverano il Primo Premio assoluto e premio speciale “Vivaldi” al Concorso Internazionale “Pitzianti” di Venezia nel 1993 e il Primo Premio al Walnut Valley National Mandolin Contest a Winfield, Kansas (USA) nel 1997.
E’ spesso invitato come direttore musicale e docente dalle più importanti istituzioni mandolinistiche internazionali, e insegna in seminari e workshop in tutto il mondo. Nel 2006 ha inoltre fondato l’Accademia Internazionale di Mandolino di cui è tutt’ora il direttore.


DANILO CARTIA
Cantante, banjoista, chitarrista, compositore, e insegnante (chitarra e banjo 5 corde). Già alla fine degli anni Settanta si dedica alla musica tradizionale americana ed è tra i primi a introdurre la musica Bluegrass in Italia. Il Folkstudio di Giancarlo Cesaroni, locale storico e culla della musica tradizionale ed etnica di Roma, gli offre un trampolino di lancio nella sua lunga carriera di musicista. Si è esibito anche in Messico, dove ha partecipato al 1° e 2° Countryfest Internacional Mexico , in Russia con cinque concerti (2011). Membro attivo della European Bluegrass Music Association (EBMA), vanta numerose collaborazioni in album con svariati musicisti, tra cui quella con il grande cantautore texano David Rodriguez, con il quale ha inciso l’album “Racing Aimless” (2012). E’ inoltre organizzatore della “Rome Bluegrass Jam“, strumento di diffusione culturale e punto di riferimento a Roma per gli appassionati di questo genere. E’ ideatore e coordinatore dell’Italian Bluegrass Meeting, che, iniziato all’Acoustic Guitar Meeting di Sarzana (SP, Italia), prosegue con successo all’Acoustic Guitar Village di Cremona Musica.


ANDREA TARQUINI
E’ il primo chitarrista e cantautore italiano che entra a far parte degli endorser delle chitarre acustiche “BOURGEOIS”, prestigioso marchio di fama internazionale che produce strumenti dalle forme e dalle sonorità appartenenti alla tradizione acustica U.S.A. Il suo nome va ad aggiungersi a quello di altri grandi musicisti ed artisti che hanno fatto la storia della musica acustica e tradizionale come Ricky Skaggs, Bryan Sutton, Chris Thile e Dan Tyminski. In concomitanza dell’endorsement, Dana Bourgeois, liutaio e fondatore dell’omonimo marchio, ha appositamente costruito una chitarra per Andrea Tarquini, stabilendo insieme a lui le specifiche tecniche e la scelta dei legni.
“REDS! Canzoni di Stefano Rosso”, è il CD dove la voce e la chitarra di Andrea fanno rivivere le storie della Trastevere anni ‘70 raccontate da Stefano Rosso nel corso della sua carriera. L’album contiene 10 brani del repertorio del cantautore romano Stefano Rosso, di cui Andrea è stato allievo, asciugati dalle sonorità anni ’70 ed impreziositi da eleganti arrangiamenti legati alla tradizione musicale nordamericana.
Più volte finalista al Premio Tenco. è il selezionatore dei cantautori-chitarristi partecipanti al concorso “New Sounds of Acoustic Music” e il coordinatore della rassegna “Corde & Voci d’Autore” che si svolgono sul Live Stage dell’Acoustic Guitar Village.


RENÉ LACAILLE
Straordinario fisarmonicista e chitarrista creolo dai grandi trascorsi musicali tra influssi di chanson francese, flamenco, salsa, jazz, è maestro indiscusso dei ritmi dell’Isola de La Réunion: maloya e sega. Gli accenti di questi ritmi sono sorprendenti per orecchie occidentali e la sezione delle percussioni produce una tessitura trascinante e deliziosa nella quale fisarmonica e vari strumenti a corda trovano momenti di virtuosismo e liricità. Vanta collaborazioni di musica etnica in tutto il mondo, con numerose produzioni discografiche ed è stato in tournée in Europa, Sudafrica, Africa orientale, Canada e Australia. Il talento di Lacaille ha continuato a introdurlo ogni anno in nuovi paesi, contribuendo a estendere la sua portata dall’Europa e dall’Africa al Brasile, alla Cina e agli Stati Uniti.
Gli è capitato di suonare con molti grandi musicisti, tutti quelli che come lui amano incontrare altre musiche e trasmettere le proprie: Richard Galliano, Debashish e Subashish Bhattacharya, Lo’Jo, Vincent Segal, Romane, Sheikh Tidiane Seck, Manu Dibango, ecc.


MAURO SQUILLANTE E I SOLISTI DELLA MANDOLIN ORCHESTRA
Mandolinista, Mauro Squillante è considerato uno specialista negli strumenti antichi a plettro (mandolini e mandole, mandolone, colascioni, cetra), sul cui repertorio, organologia e prassi esecutiva conduce una costante attività di ricerca. Ha iniziato gli studi del mandolino con Antonio Coletti a Napoli e subito dopo con Fabio Menditto a Roma; successivamente si è iscritto alla classe di mandolino del Conservatorio Pollini di Padova dove ha conseguito il diploma sotto la guida di Ugo Orlandi. Ha approfondito i propri studi musicali con Hopkinson Smith e Crawford Young presso la Schola Cantorum Basilensis, Enrico Baiano, Federico Marincola, Emilia Fadini, Edoardo Eguez.


CHATSDEBOIS
Il gioco di parole che dà vita al nome del duo racconta anche la voglia di giocare con le note di Massimo Gatti e Paola Selva.
Un nuovo e prezioso percorso artistico che intreccia le corde di una mandola e di una chitarra acustica. Le corde e il legno sono quindi il comune denominatore di questo insolito progetto.
Un repertorio originale, affascinante e ricercato, che deriva dall’incontro dei linguaggi di due musicisti che provengono da formazione ed esperienze diverse e che spazia attraverso epoche, atmosfere, terre ed emozioni.
Il luogo ideale di Chatsdebois è il concerto, la cui idea viene anche superata aprendosi a nuove avventure artistiche con la collaborazione di altri musicisti, attori, scrittori e protagonisti delle arti visive.


ROBERTO FABBRI
Nato a Roma nel 1964. Concertista, compositore, autore e didatta, ha compiuto, con il massimo dei voti e la lode, gli studi chitarristici presso il Conservatorio di Musica “S. Cecilia” di Roma.
Riconosciuto a livello internazionale come uno dei maggiori esponenti della chitarra classica contemporanea, Fabbri alla carriera concertistica ha da sempre affiancato una notevole attività editoriale, collaborando con numerose case editrici (Anthropos, Berben, Playgame, EMR, Warner Bros, Carisch). Le sue oltre 30 pubblicazioni per chitarra sono tradotte in cinque lingue, compreso il cinese, e distribuite in tutto il mondo dalla prestigiosa casa editrice italiana Carisch. Tiene regolarmente concerti e masterclasses, insieme a prestigiosi nomi del panorama chitarristico internazionale, nei più importanti festival chitarristici e nelle più note sale concertistiche d’Europa, Stati Uniti, Sud America, Russia ed Asia. È testimonial ufficiale della prestigiosa liuteria Ramirez. Roberto Fabbri è anche il direttore artistico dell’Accademia “Novamusica & Arte” di Roma da lui fondata nel 1986, nonché del “Festival Internazionale della Chitarra Città di Fiuggi”. Attualmente insegna come docente ordinario al Conservatorio “Gaetano Braga” di Teramo ed insegna chitarra classica presso l’istituto Musicale Pareggiato “Giulio Briccialdi” di Terni.


MASSIMO GIUNTINI E SILVIO TROTTA
Massimo Giuntini ha collaborato con artisti di tutta Europa come Andy Irvine, Lunasa, Dervish, The Chieftains, Ronnie Drew, Whisky Trail, Modena City Ramblers della prima ora.
Silvio Trotta, polistrumentista raffinato, solca da più di quarant’anni i palchi europei con i Musicanti Del Piccolo Borgo, da lui fondati e i Viulan, gruppo storico del folk italiano. Ha accompagnato per vent’anni il canto di Riccardo Marasco immergendosi nella tradizione toscana. In questo nuovo progetto i due artisti fondono le loro esperienze con spirito libero, rileggendo la tradizione del sud e quella celtica in un amalgama di suoni e colori impastati di voglia di musica.




CLAUDIO SANFILIPPO
Cantautore, chitarrista e scrittore, ha pubblicato una decina di album. Il primo, ‘Stile libero’, si è aggiudicato la targa Tenco nel 1996 (migliore “opera prima”); l’ultimo, ‘Ilzendelswing’, è uscito nel 2016 ed è interamente composto e cantato in milanese. Ha scritto canzoni per molti interpreti tra cui Mina, Eugenio Finardi, Cristiano De Andrè, Pierangelo Bertoli, Carlo Marrale, Cecilia Chailly, i tenori Salvatore Licitra e Marcelo Alvarez. La sua canzone “La palla è rotonda”, cantata da Mina, è stata la sigla Rai per i mondiali di calcio in Brasile nel 2014. Ha collaborato con decine di artisti tra cui Rossana Casale, Piero Milesi, Nanni Svampa, Paolino Dalla Porta, Francesco Saverio Porciello, Alberto Tafuri, Rinaldo Donati.
Durante il lockdown 2020 ha realizzato un “instant-album” intitolato CONTEMPORANEO, ispirato dall’omonima canzone scritta alcuni mesi prima. L’album è pubblicato solo sulle piattaforme digitali, dal 22 Maggio 2020.
Dal 2014 è endorser di Gibson.


ELIZABETH CUTLER
La cantautrice-diarista Elisabeth Cutler definisce senza remore il suo stile “My World Music”. Ma il suo è un mondo di emozioni al quale tutti possono relazionarsi: mal d’amore e passione, promesse e paure, scoperta e perdita. Intime e oneste, traendo ispirazione dal folk, dal jazz e dal rock, le sue canzoni trovano modi originali di parlare di tutto questo grazie alla bellezza di immagini intense e memorabili. Sono una nuova versione di temi antichi e universali, con un dialogo poetico che si stabilisce tra parole e musica – e sono certamente molto più di 3-accordi – e – la verità.
Dopo una vita di viaggi e spostamenti, la sua tranquilla casa italiana diventa lo spazio perfetto per fermarsi e scrivere nuovi brani. Qui, i pezzi per il suo settimo album, Silence is Rising, hanno lentamente preso forma in due anni. Il sound è caldo, dettagliato e tendente al jazz, alimentato da ritmi funky e arricchito da una sognante elettronica. Nel profondo, tuttavia, Cutler affronta apertamente il tema della propria mortalità e della volontà di vivere, attingendo a tragedie personali, piccoli miracoli e a quella solitudine e l’isolamento che sono le conseguenze non pianificate della sua indipendenza artistica e della sua schiettezza.


PAOLO CAPODACQUA
Propone le sue canzoni come pietre levigate che affiorano dal fiume di una storia, la narrazione di un’avventura musicale iniziata oltre quarant’anni fa tra musiche di scena, contaminazioni d’autore e chitarra iconica di Claudio Lolli. Un viaggio approdato, nel 2019, nel Porto della Canzone d’autore con un disco importante: Ferite&feritoie.
Cantautore e chitarrista, negli ultimi trent’anni Paolo Capodacqua è diventato un punto di riferimento importante per la Canzone d’autore per bambini, producendo diversi album e svolgendo un’intensa attività concertistica e teatrale dedicata all’infanzia nelle scuole e nei teatri di tutta Italia.
Autore di musiche per il teatro e traduttore-interprete di Georges Brassens, Paolo si è espresso anche come giornalista musicale collaborando con emittenti radiofoniche, riviste e quotidiani. Negli ultimi anni ha ricevuto riconoscimenti ufficiali come il Premio Civilia, la Targa Storica e Nuova Canzone d’Autore di Ferrara, il Sigillo della Città di Abano, il Premio Lesina.


MIRIAM FORESTI & ALAN MALUSA’ MAGNO
Miriam Foresti è nata a Roma, cresciuta all’Aquila e da qualche anno si è trasferita a Udine. È chitarrista autodidatta, diplomata in canto jazz, e ha inciso il suo primo disco nel 2018, coniugando l’amore per il folk, il blues e il jazz con il pop. È stata voce solista negli spettacoli Sciuscià ed altre storie e Un incontro tra Cinema e Teatro con Davide Cavuti e Michele Placido, registrando il brano Rosamunda nella colonna sonora del film Itaker di Toni Trupia con Michele Placido e Francesco Scianna.
Alan Malusà Magno è un musicista principalmente autodidatta, inizia la sua storia come attore diplomandosi alla Civica Accademia D’Arte Drammatica Nico Pepe di Udine nel 1998-2001 come attore, scuola dove attualmente insegna musica per la scena.
Successivamente studia al conservatorio Giuseppe Tartini di Trieste diplomandosi con il maestro Giovanni Maier nel 2011 in chitarra jazz.


ANITA DE LUCA
L’intimo amore per la musica per Anita prende forma, sapore e colore tra le note di un pianoforte, all’età di 5 anni.
Dopo aver sfiorato il mondo classico, nel 2008 comincia ad esibirsi sotto una luce più “pop” nei locali di Catania, insieme alla sua chitarra.
A 13 anni inizia a scrivere brani propri, musica e testi.
Nel 2016 si imbarca per 5 mesi in una nave da crociera per il Baltic Tour.
Nel 2017 conosce il batterista/produttore Wladimir Pascali, suo attuale braccio destro nella produzione inedita.
Nel 2018 è in tour come corista e chitarrista acustica con Marcella Bella nei teatri d’Italia e all’estero.
Nel 2019 si laurea in Musica Elettronica e Ingegneria del Suono al Conservatorio Vincenzo Bellini di Catania.
Nel 2020 costruisce il suo studio di registrazione grazie al crowdfunding dedicato alla musica di Eppela e Poste Italiane, in cui produce per sé e per altre cantautrici.



ENSEMBLE E ORCHESTRE MANDOLINO